Analisi
Intel: risultati rassicuranti 7 anni fa - lunedì 17 gennaio 2011
Intel ha chiuso positivamente il 2010. Anche se ha accumulato ritardo nel promettente segmento dell’internet mobile, ha i mezzi e la capacità per recuperare terreno.
Prezzo al momento dell'analisi (14/01/11): 21,08 USD

Intel ha chiuso positivamente il 2010. Anche se ha accumulato ritardo nel promettente segmento dell’internet mobile, ha i mezzi e la capacità per recuperare terreno. Ai prezzi attuali l’azione rimane conveniente.
>Acquistare
Intel (INTC.O) ha chiuso il 2010 con ricavi in crescita del 24% e un utile corrente per azione in salita di circa il 70% (a 2,1 dollari). I conti sono migliori perfino di quelli del 2005, che nell’ultimo decennio era stato un anno record. Nel 2010 le imprese hanno continuato a rinnovare il parco informatico e Intel ha saputo cogliere il treno dell’Asia, che senza il Giappone pesa per oltre la metà del fatturato del gruppo. Anche la redditività è migliorata grazie ai guadagni di produttività: tra il 2005 e il 2010 il personale è stato ridotto del 17% malgrado il fatturato sia cresciuto del 12%. Il futuro è tutto sommato positivo per il gruppo, ma dobbiamo segnalare come, nonostante gli investimenti, Intel abbia accumulato ritardo nel segmento molto competitivo dell’internet mobile (tablet e smartphone). Gli sforzi da fare per mettersi al passo con le nuove tecnologie potrebbero, quindi, portare a una stagnazione dell’utile per azione fino al 2012 (stimiamo un utile per azione di 2,05 dollari nel 2011 e di 2,1 dollari nel 2012). Grazie alle solide finanze ci aspettiamo, comunque, che il dividendo continui ad aumentare, raggiungendo quota 0,76 euro nel 2012 (rendimento del 3,6% ai prezzi attuali).

condividi questo articolo