Analisi
D'Amico: quarto trimestre inferiore alle attese 7 anni fa - lunedì 28 febbraio 2011
I risultati del quarto trimestre del 2010 ci hanno deluso.
Prezzo al momento dell'analisi (25/02/11): 0,96 EUR
I risultati del quarto trimestre del 2010 ci hanno deluso. Nonostante la società abbia dichiarato di aver registrato un ottimo avvio del 2011, preferiamo rimanere prudenti. Abbiamo abbassato le nostre stime.
>Mantenere
D’Amico ha chiuso il 4° trimestre 2010 con risultati inferiori alle attese. Il rapporto tra utili industriali e fatturato è sceso, a sorpresa, dal 19% del 2° e 3° trimestre 2010 all’8% del 4°. Questo ha portato la perdita finale a essere più consistente delle attese (0,11 euro contro gli 0,08 stimati). Va, però, segnalato che la società ha dichiarato di aver registrato in avvio del 2011 i migliori risultati degli ultimi tre anni. Il che, insieme a un previsto incremento della domanda orientale di prodotti petroliferi, lascia ben sperare. Noi, però, temiamo che la corsa del greggio possa aggravare i costi di trasporto e penalizzare la redditività. Ritocchiamo al ribasso le stime: ci aspettiamo un 2011 in lieve perdita (-0,02 euro per azione) e un 2012 in utile (0,07 euro per azione). Segnaliamo, però, che il valore del patrimonio netto del gruppo (quanto rimane se si vendono i beni della società al prezzo con cui sono iscritti in bilancio e si pagano tutti i debiti) è di 1,7 euro per azione, contro un prezzo del titolo di 1 euro. O il mercato si aspetta un forte peggioramento dell’attività, o la penalizzazione è forse eccessiva. In ogni caso, tenendo conto di tutti questi elementi, secondo noi il titolo è da mantenere.

condividi questo articolo