Analisi
Saipem: primo trimestre senza sussulti 7 anni fa - venerdì 22 aprile 2011
Saipem ha chiuso il primo trimestre del 2011 con risultati solo lievemente superiori alle nostre previsioni.
Prezzo al momento dell'analisi (21/04/11): 37,83 EUR
Saipem ha chiuso il primo trimestre del 2011 con risultati solo lievemente superiori alle nostre previsioni. Per tener conto del buon andamento degli ordini ritocchiamo al rialzo le stime, ma il titolo resta caro.
>Vendere le ordinarie e le rnc
Nel primo trimestre Saipem ha registrato un aumento dei ricavi di circa il 12% rispetto al corrispondente periodo del 2010. Il rapporto tra utile industriale lordo e fatturato è salito al 16,7%, contro il 15,6% dello stesso periodo dell’anno scorso. Al netto degli oneri pluriennali, l’utile industriale è di 0,8 euro (0,74 euro la nostra stima). L’utile netto del trimestre si è attestato a 0,49 euro per azione contro una nostra stima di 0,47 euro. Dai conti sono arrivate, quindi, poche sorprese. Migliore del previsto, invece, l’andamento della raccolta ordini, in crescita di quasi il 9% rispetto al primo trimestre del 2010. Alla luce di queste notizie, la società ha alzato dal 5% all’8% la stima di crescita dei ricavi per il 2011, mentre ha ritoccato dal 10% al 12% quella relativa all’utile industriale. La società cerca di bilanciare i rischi di una riduzione delle commesse legate all’instabilità politica di Nord Africa e Medio Oriente con un incremento della raccolta ordini in altre parti del mondo: sarebbe in pole position per una commessa in Cina. Noi, però, restiamo prudenti: ritocchiamo le stime sull’utile per azione portandole da 2 a 2,03 euro per il 2011 e da 2,1 a 2,17 euro per il 2012. Il titolo rimane caro.

condividi questo articolo