Analisi
BCP: aumento di capitale 7 anni fa - lunedì 30 maggio 2011
Dopo il successo dell’offerta pubblica di scambio, BCP ha reso note le condizioni dell’aumento di capitale.
Prezzo al momento dell'analisi (27/05/2011): 0,50 EUR
Dopo il successo dell’offerta pubblica di scambio (vedi Soldi Sette n° 932), BCP ha reso note le condizioni dell’aumento di capitale. Non aderite e vendete i diritti in Borsa. L’azione resta correttamente valutata.
>Mantenere
Dopo il successo dell’offerta pubblica di scambio, BCP (BCP.LS) lancia un aumento di capitale rivolto a tutti gli azionisti: il periodo per la sottoscrizione va dal 27 maggio al 9 giugno. Dal 27 maggio al 3 giugno i diritti sono negoziati in Borsa (valore teorico per ciascun diritto intorno agli 0,02 euro, ma poi il prezzo seguirà la logica della domanda e dell’offerta). Potete sottoscrivere 1 nuova azione, al prezzo di 0,36 euro, ogni 9 azioni vecchie (per sapere quante nuove azioni potete sottoscrivere dovete moltiplicare il numero dei titoli da voi detenuti al 23 maggio per 0,11135857). L’aumento di capitale è destinato a rafforzare il core Tier 1 (rapporto tra mezzi propri e attività a rischio) e farlo avvicinare al 9%, il minimo richiesto dalle autorità di controllo portoghesi per fine 2011. Nel 2012 il core Tier 1 non potrà essere inferiore al 10%: BCP dovrà quindi intraprendere ulteriori misure per rafforzarsi (possibile vendita di alcune attività). Stimiamo un utile per azione di 0,036 euro nel 2011 e di 0,041 euro nel 2012. Mantenete le azioni, non partecipate all’aumento di capitale e vendete i diritti in Borsa; se le commissioni bancarie rendono la vendita sconveniente, non fate nulla.

condividi questo articolo