Analisi
Piaggio: deboli le vendite in Europa 7 anni fa - lunedì 20 giugno 2011
Piaggio chiude il primo trimestre 2011 con ricavi in crescita.
Prezzo al momento dell'analisi (17/06/11): 2,86 EUR
Piaggio chiude il primo trimestre 2011 con ricavi in crescita, malgrado il persistente calo della domanda di due ruote in Europa. Confermata la strategia di sviluppo sui mercati asiatici. L’azione è però cara.
>Vendere
I primi tre mesi del 2011 hanno visto le vendite del gruppo Piaggio crescere del 3,3% rispetto al primo trimestre 2010, portandosi a 0,96 euro per azione. Anche l’utile industriale cresce allo stesso ritmo, così come l’utile netto, che segna un incremento del 4% rispetto all’anno precedente. Prosegue il buon andamento delle vendite in Asia, mentre è in flessione l’area europea, nonostante la difesa, da parte di Piaggio, delle sue quote di mercato. L’attenzione del management si concentra sullo sviluppo della presenza industriale e commerciale sui principali mercati asiatici, puntando a rafforzare sia il segmento dei veicoli commerciali leggeri a tre e quattro ruote sia quello delle due ruote, attraverso la vendita degli scooter. In questo contesto si inquadra l’annuncio della realizzazione di un nuovo centro di ricerca e sviluppo in Cina che opererà nel settore dei motori elettrici, dei motori diesel e dei veicoli a basso impatto ambientale. Inoltre, il gruppo ha creato una nuova società controllata, la PT Piaggio Indonesia, per commercializzare i propri veicoli sul mercato indonesiano. Confermiamo le stime di un utile per azione di 0,15 euro nel 2011 e di 0,17 euro nel 2012.

condividi questo articolo