Analisi
Agfa-Gevaert: positivo andamento della redditività 6 anni fa - lunedì 12 settembre 2011
Il prezzo valorizza la società circa un terzo del valore contabile.
Prezzo al momento dell'analisi (9/9/2011): 1,87 EUR
Anche se un po’ rischiosa, l’azione Agfa-Gevaert, con un prezzo che la valorizza circa un terzo del suo valore contabile, ci sembra ancora conveniente. Inoltre, secondo noi il 2012 dovrebbe chiudersi in utile.
>Acquistare
Nel secondo trimestre Agfa-Gevaert (AGFB.BR) ha registrato, oltre a un lieve calo delle vendite, un aumento dei costi dovuto al rincaro dell’argento (+88%). Tuttavia, grazie alle contromisure prese (aumento dei prezzi di vendita, ulteriori tagli ai costi…) la redditività ha resistito meglio del previsto e, contrariamente alle attese medie del mercato, il trimestre si è chiuso in attivo (0,01 euro per azione). Un piccolo utile che non ha impedito, comunque, alla società di bruciare cassa per 99 milioni di euro (il che, però, non deve preoccupare più di tanto, perché deriva da un aumento stagionale dei fabbisogni di cassa). La realtà è che il gruppo resta poco indebitato e che gli aumenti dei prezzi stanno dando frutti sempre migliori. Nel 2° trimestre Agfa ha, infatti, potuto compensare al 50% gli aumenti dei costi legati all’impennata dell’argento nella divisione grafica e al 25% in quella salute. Una buona notizia, anche se la persistente salita dell’argento e la tradizionale debolezza dei risultati nei mesi estivi invitano alla prudenza per il resto dell’anno. Stimiamo un sostanziale pareggio nel 2011 (0,05 euro per azione) e un utile per azione di 0,14 euro nel 2012. Il titolo è conveniente.

condividi questo articolo