Analisi
Intesa Sanpaolo: conti 2011 migliori del previsto? 6 anni fa - lunedì 3 ottobre 2011
Alcune notizie positive hanno sostenuto la ripresa del titolo negli ultimi giorni.
Prezzo al momento dell'analisi (30/09/2011): 1,19 EUR
Alcune notizie positive hanno sostenuto la ripresa del titolo negli ultimi giorni. Ai prezzi attuali, comunque, il titolo rimane a nostro avviso sottovalutato e quindi da inserire in portafoglio.
>Acquistare le ordinarie e le rnc
Dopo la bocciatura da parte di S&P, che ha abbassato il suo giudizio su Intesa da A+ a A sulla scia della medesima decisione per l’Italia, un’altra agenzia di rating, Fitch, ha invece contribuito a rasserenare un po’ gli animi con la conferma del giudizio AA-. Questa notizia, insieme al via libera dell’Isvap alla creazione di un polo assicurativo nel ramo vita, ha contribuito a far ripartire il titolo. Una spinta ancora più decisa al cambiamento di rotta in Borsa è arrivata dalle indiscrezioni sui conti 2011, che potrebbero rivelarsi migliori del previsto. Secondo queste voci, il risultato operativo (senza cioè considerare svalutazioni e tasse) dovrebbe raggiungere i 7,2 miliardi di euro dai 4,2 del primo semestre: un risultato sostanzialmente allineato a quello dello scorso anno. Sempre in base alle voci circolate, l’utile netto dovrebbe invece raggiungere i 2,7 miliardi: un dato migliore delle nostre stime (2,6 miliardi, cioè 0,15 euro per azione). Viste, tuttavia, le incertezze sulla crisi dei debiti pubblici che ancora potrebbero pesare sui conti, prudenzialmente lasciamo invariate le stime sul 2011. Confermiamo anche le stime sull’utile 2012, che dovrebbe attestarsi a 0,13 euro per azione.

condividi questo articolo