Analisi
Nestlé: una buona strategia 6 anni fa - venerdì 21 ottobre 2011
Nei primi nove mesi dell’anno il fatturato del gruppo è ben progredito.
Prezzo al momento dell’analisi (20/10/2011): 51,30 CHF
Nei primi nove mesi dell’anno il fatturato del gruppo è ben progredito. Ai prezzi attuali l’azione resta correttamente valutata.
> Mantenere
Nei primi 9 mesi dell’anno il fatturato di Nestlé è cresciuto del 7,3% (senza effetti di cambio), grazie all’aumento dei volumi di vendita (+4,1%) e dei prezzi (+3,2%). Per l’intero anno la crescita del fatturato dovrebbe superare il 6% e oltrepassare così l’obiettivo previsto dal management a lungo termine (crescita interna compresa tra il 5% e il 6%). Nonostante la congiuntura difficile, Nestlé continua a difendersi bene in Europa (+2,2% le vendite in volume) e a strappare quote di mercato ai concorrenti. Il gruppo può, inoltre, contare su diversi punti di forza, in particolare sulla presenza nei Paesi emergenti e in alcuni campi, come la nutrizione medica o quella infantile. Quanto alla sua redditività industriale, pur sotto pressione a causa soprattutto del rincaro delle materie prime, dovrebbe mantenersi ai livelli del 2010. Nonostante il franco svizzero forte penalizzi i risultati realizzati all’estero, manteniamo le stime sull’utile per azione a 3,15 franchi svizzeri per il 2011 e 3,50 franchi svizzeri per il 2012. Ai prezzi attuali, il titolo resta correttamente valutato.

condividi questo articolo