Analisi
JinkoSolar: perdita industriale nel terzo trimestre 6 anni fa - venerdì 25 novembre 2011
Anche se continuiamo a ritenere che JinkoSolar sarà uno dei futuri campioni dell’energia fotovoltaica, i prossimi trimestri si annunciano difficili.
Prezzo al momento dell’analisi (24/11/2011): 5,76 USD
Anche se continuiamo a ritenere che JinkoSolar sarà uno dei futuri campioni dell’energia fotovoltaica, i prossimi trimestri si annunciano difficili. Per questa ragione abbiamo deciso di modificare il consiglio.
> Mantenere
Le manovre per raddrizzare i bilanci statali hanno portato a un taglio degli incentivi per l’energia verde, fatto che ha determinato un rallentamento negli investimenti e, quindi, un calo della domanda di componenti “verdi”. Nel terzo trimestre i prezzi dei moduli per trasformare la luce solare in energia sono così scesi (-32%) a un ritmo superiore alle attese e, soprattutto, hanno frenato più rapidamente dei prezzi del silicio, materia prima utilizzata per produrre quei moduli. JinkoSolar (JKS.N) non solo ha visto un calo della redditività, ma ha dovuto anche svalutare le scorte e accantonare fondi per coprire eventuali fallimenti dei clienti. Questi elementi, per ora straordinari, hanno fatto sprofondare gli utili industriali. Se i prezzi dei moduli dovessero continuare a scendere, c’è, però, il rischio che tali elementi diventino ricorrenti. Secondo noi, comunque, superata la crisi, il settore del solare dovrebbe continuare a svilupparsi (soprattutto in Cina) e JinkoSolar, grazie anche ai bassi costi di produzione, dovrebbe beneficiarne. Stimiamo un utile corrente per azione di 3,61 dollari nel 2011, una perdita di 0,47 dollari per azione nel 2012 e un ritorno agli utili (0,16 dollari per azione) nel 2013.

condividi questo articolo