Analisi
BNP Paribas: si distingue dai concorrenti 6 anni fa - lunedì 20 febbraio 2012
La svalutazione dei titoli del debito greco pesa sui risultati annuali, ma permette a BNP Paribas di guardare al futuro con più ottimismo.
Prezzo al momento dell’analisi (17/02/2012): 36,88 euro
La svalutazione dei titoli del debito greco pesa sui risultati annuali, ma permette a BNP Paribas di guardare al futuro con più ottimismo. L’azione, seppur rischiosa, resta correttamente valutata.
> Chi non teme il rischio la mantenga
La persistente crisi greca ha spinto BNP Paribas (BNPP.PA) a svalutare del 75% (60% a fine settembre) i titoli del debito pubblico greco in portafoglio. Una decisione che, ovviamente, ha pesato sui risultati 2011, ma che permette al gruppo di essere più ottimista dei suoi concorrenti, come UBS, Deutsche Bank o Barclays Bank che, dopo un quarto trimestre deludente, si aspettano che anche l’inizio del 2012 sia difficile. BNP Paribas si rivela, inoltre, più solida delle attese, con un core Tier 1 (rapporto tra mezzi propri e attività a rischio)già al 9,2%, in anticipo di sei mesi rispetto alle nuove norme per il settore europeo (core Tier 1 del 9% a partire da giugno 2012). Noi ci aspettiamo, comunque, che il gruppo continui gli sforzi per migliorare la propria solidità. Considerando, però, le numerose incognite sulla crisi greca e sull’ampiezza della recessione in Europa, restiamo più prudenti del management. Chi non teme il rischio elevato (4 nella nostra scala da 1 a 5) può mantenere quest’azione correttamente valutata.

condividi questo articolo