Analisi
Mondadori: utile +17%, ma niente dividendo 6 anni fa - lunedì 26 marzo 2012
Con una mossa a sorpresa, inattesa dal mercato, Mondadori ha deciso di non distribuire dividendi, pur archiviando il 2011 in crescita.
Prezzo al momento dell'analisi (23/03/11): 1,31 EUR
Con una mossa a sorpresa, inattesa dal mercato, Mondadori ha deciso di non distribuire dividendi, pur archiviando il 2011 in crescita. Pur con stime molto prudenti, secondo noi il titolo resta conveniente.
>Acquistare
L’avvio del 2012 si presenta per Mondadori con una raccolta pubblicitaria in calo del 15% e con un rallentamento dei consumi nei mercati in cui opera. Questo inizio, insieme alle difficoltà nel prevedere un miglioramento nell’arco dell’anno, hanno spinto Mondadori a stimare un calo della redditività nel 2012. Per questo la società ha deciso di non distribuire dividendi, mettendo dunque soldi da parte in attesa di tempi migliori. La scelta di non remunerare è stata una sorpresa negativa (il titolo ha perso più del 6% il giorno dell’annuncio); il mercato si attendeva comunque una cedola, data anche la storica generosità della società nel remunerare i propri azionisti. La decisione è stata presa nonostante un utile 2011 in crescita del 17% rispetto al 2010. Per il 2012 stimiamo un utile industriale in calo del 13% e un utile netto in flessione del 18,6% a 0,17 euro per azione dai 0,209 euro per azione del 2011. Anche per i dividendi, abbiamo stimato un taglio netto: prevediamo che la società distribuisca solo il 50% dei propri utili nei prossimi anni, contro l’80% medio distribuito negli anni passati. Nonostante queste stime molto prudenziali, il titolo resta a nostro avviso conveniente.

condividi questo articolo