Analisi
Autostrada Torino-Milano: perde il controllo di Impregilo 6 anni fa - lunedì 23 luglio 2012
A sorpresa la società esce sconfitta dalla battaglia per il controllo di Impregilo.
Prezzo al momento dell'analisi (20/7/12): 5,05 EUR
A sorpresa la società esce sconfitta dalla battaglia per il controllo di Impregilo. Il gruppo non mollerà la presa: c’è anche il rischio del lancio di un’Opa. In questa ipotesi il titolo è tra il corretto e il caro.
>Mantenere
Autostrada Torino-Milano, che appoggiava il precedente consiglio di amministrazione (cda) di Impregilo, si ritrova ora con un solo rappresentante, su quindici, nel nuovo management del gruppo di costruzioni milanese. Il suo 30% di azioni, però, vale ancora molto: può, per esempio, bloccare operazioni straordinarie come la fusione tra Impregilo e il gruppo Salini, che ha espresso il nuovo consiglio di amministrazione. Per questo, riteniamo che il gruppo non venderà le sue azioni Impregilo. Inizialmente potrebbe mettere in atto schermaglie legali – pare intenzionato a impugnare il voto che ha portato alla nomina del nuovo cda. Inoltre, grazie anche al cospicuo dividendo che Impregilo potrebbe staccare, potrebbe anche tentare la via dell’Opa. Valutiamo il titolo ritenendo possibile questa eventualità: supponiamo un aumento di capitale di 500 milioni di euro a 3 euro per azione, l’acquisto del controllo di Impregilo dal 2013, l’annullamento del dividendo per il 2012 e l’aumento degli oneri finanziari. In questa ipotesi il titolo è tra il corretto e il caro. Al momento il gruppo dichiara di non aver intenzione di lanciare l’Opa, ma secondo noi il rischio c’è. Al più mantenere.

condividi questo articolo