Analisi
JinkoSolar: ancora scarsa visibilità sull'attività 5 anni fa - venerdì 14 settembre 2012
La minaccia di misure antidumping in Europa pesa sulle prospettive dell’attività nei prossimi due anni e il cammino verso gli utili è ancora lungo.
Prezzo al momento dell’analisi (13/09/2012): 3,63 USD
La minaccia di misure antidumping in Europa pesa sulle prospettive dell’attività nei prossimi due anni e il cammino verso gli utili è ancora lungo. L’azione, seppur rischiosa, resta correttamente valutata.
> Mantenere
Dopo un primo trimestre negativo, JinkoSolar (JKS.N) ha realizzato un secondo trimestre in chiaroscuro. Le vendite sono aumentate del 16,8% rispetto ai minimi del trimestre precedente. I costi di produzione, scesi a 0,66 dollari per watt dai 0,74 dollari del primo trimestre, dovrebbero scendere a 0,60 dollari (-9%) entro fine anno. Grazie a questi risparmi, le perdite industriali sono dimezzate rispetto al primo trimestre, ma i risultati restano in rosso. Nel secondo trimestre il gruppo cinese, che realizza il 50% delle vendite in Europa, ha dovuto anche fare i conti con il calo dell’euro rispetto allo yuan. Tenendo conto di queste perdite su cambi, stimiamo una perdita di 6,19 dollari per azione nel 2012. Nei prossimi anni le eccellenti prospettive sul mercato interno (in Cina nel fotovoltaico le capacità installate dovrebbero crescere del 40% medio annuo da qui al 2020) dovrebbero trainare l’attività, che però, a breve, rischia di risentire delle misure antidumping che l’Europa potrebbe adottare sulla scia degli Usa, che impongono tasse tra il 30% e il 250% sui pannelli solari cinesi. Non ci aspettiamo, quindi, un ritorno agli utili prima del 2015.

condividi questo articolo