Analisi
UBS: drastica ristrutturazione 5 anni fa - lunedì 5 novembre 2012
UBS sta pianificando un’importante virata strategica; si tratta di un’operazione complessa ma necessaria.
Prezzo al momento dell’analisi (02/11/2012): 14,45 CHF
UBS sta pianificando un’importante virata strategica; si tratta di un’operazione complessa ma necessaria. Questi sforzi hanno orientato al rialzo il titolo che resta, comunque, correttamente valutato.
> Mantenere
Visti i cambiamenti normativi internazionali, gli scandali nella banca d’investimento e le crepe nel secreto bancario svizzero, UBS (UBSN.VX) ha scelto di voltare pagina, sganciandosi dalle attività meno redditizie (dove non raggiunge la taglia critica) per focalizzarsi sulle gestioni patrimoniali. Una svolta che ci sembra valida. Da un lato, infatti, i suoi risultati nelle gestioni patrimoniali sono in crescita e, dall’altro, le banche presenti unicamente in questa attività hanno una valorizzazione superiore a quelle più diversificate. La ristrutturazione sarà, comunque, lunga e costosa. Una parte dei costi è già stata contabilizzata nel terzo trimestre (0,80 euro per azione), ma altre spese peseranno sui prossimi trimestri. USB registrerà così una perdita di 0,30 franchi svizzeri per azione nel 2012. Stimiamo, in seguito, un utile per azione di 0,80 franchi svizzeri nel 2013 e 1 franco svizzero nel 2014. Il titolo, pur avendo guadagnato il 12% negli ultimi giorni, resta valutato meno positivamente rispetto ai titoli di banche presenti solo nelle gestioni patrimoniali: il che ci sembra giustificato considerando che UBS conserva delle attività nella banca d’investimento e che la ristrutturazione non sarà facile.

condividi questo articolo