Analisi
ArcelorMittal: aumento di capitale 5 anni fa - lunedì 14 gennaio 2013
L’aumento di capitale rafforzerà le finanze del gruppo, ma fa sorgere dubbi sul suo futuro.
Prezzo al momento dell'analisi (11/01/13): 13,08 EUR
L’aumento di capitale rafforzerà le finanze del gruppo, ma fa sorgere dubbi sul suo futuro. Il gruppo teme forse un peggioramento più grave del previsto delle sue attività in Europa? Il titolo è ora correttamente valutato.
>Mantenere
ArcelorMittal (ISPA.AS) ha deciso un aumento di capitale da 4 miliardi di dollari per poter accelerare la riduzione dell’indebitamento. L’aumento, riservato agli investitori istituzionali, consiste al 56% di obbligazioni convertibili (conversione obbligatoria in azioni dopo tre anni) e al 44% di azioni ordinarie. Anche se non l’avevamo del tutto esclusa, quest’operazione ci sorprende poiché arriva proprio in un momento in cui sembrava che ArcelorMittal potesse farne a meno (riduzione dei costi, cessioni di attività tra cui una partecipazione nelle miniere canadesi per 1,1 miliardi di dollari…). Dietro questo aumento di capitale si potrebbero, quindi, celare i timori del gruppo sull’andamento dell’attività in Europa, dove non ci sono ancora segnali tangibili di ripresa. ArcelorMittal ha annunciato, del resto, di voler comprare le attività americane di ThyssenKrupp. È un’operazione che, seppur valida sul piano industriale (sinergie con le sue attività oltre-Atlantico), obbliga il gruppo a bruciare liquidità (il prezzo è stimato tra 1 e 2 miliardi di dollari) e questo ci sembra non quadrare con la sua strategia tesa, finora, a salvaguardare le finanze (aumento di capitale, cessioni di attività…).

condividi questo articolo