Analisi
Finmeccanica: fumata nera su Ansaldo Energia 5 anni fa - lunedì 28 gennaio 2013
Slitta ancora la cessione di Ansaldo Energia: le offerte dei pretendenti dovrebbero arrivare per metà febbraio.
Prezzo al momento dell'analisi (25/01/13): 5,01 EUR
Slitta ancora la cessione di Ansaldo Energia: le offerte dei pretendenti dovrebbero arrivare per metà febbraio. I risultati della controllata Atr sono buoni, ma occhio a possibili tagli alla difesa in Italia e negli Usa.
>Mantenere
Finmeccanica puntava a cessioni per 1 miliardo di euro entro la fine del 2012. Il traguardo non è stato raggiunto e ancora oggi la vendita di Ansaldo Energia è in alto mare. Le offerte dei tre pretendenti dovrebbero arrivare solo a metà febbraio: bisogna evitare di svendere, ma anche di tirare troppo la corda. L’esito elettorale – lo Stato è il principale azionista di Finmeccanica – potrebbe determinare un ennesimo slittamento dell’operazione. E questo rischia di pesare sul giudizio di affidabilità: l’agenzia S&P ha già ridotto il rating da BBB- a BB+. Significa un maggior costo per Finmeccanica al momento della richiesta di nuovi finanziamenti. Ad aggiungere incertezza c’è anche il possibile taglio alle spese per la difesa sia negli Usa, sia in Italia. Qualche nota positiva, comunque, c’è: la controllata Atr ha chiuso il 2012 con risultati ottimi e con ulteriori prospettive di crescita. Inoltre, anche AgustaWestland continua ad aggiudicarsi commesse: l’ultima arriva dalla Corea del Sud e vale circa 270 milioni di euro. Tenendo conto di tutti questi elementi stimiamo un utile per azione, componenti straordinarie escluse, di 0,41 euro per il 2013 e di 0,45 euro per il 2014. Il titolo è da mantenere.

condividi questo articolo