Analisi
La crisi dell'auto non ha fine: crollo delle vendite a gennaio. 5 anni fa - martedì 19 febbraio 2013
Fiat continua a subire le difficoltà del settore. A gennaio le vendite sono calate del 12,4% rispetto ai dodici mesi precedenti.
Fiat (4,37 euro) continua a subire le difficoltà del settore. A gennaio le vendite sono calate del 12,4% rispetto ai dodici mesi precedenti.
 
Le vendite di auto nuove in Europa sono scese, nel mese di gennaio, dell’8,5% rispetto a 12 mesi prima. Questo dato è il peggiore dal 1990 a oggi, a conferma della gravità della crisi che sta attanagliando il settore e di cui non si vede la fine.
 
Nonostante Fiat produca due dei modelli di auto più venduti in Italia, Panda e 500, il gruppo si trova a fronteggiare la caduta libera delle vendite dei marchi Alfa Romeo e Lancia. Nel mese di gennaio la vendita di nuove vetture di questi due marchi ha perso, rispettivamente, il 37,2% e il 31,2% rispetto a gennaio 2012. La mancanza di nuovi modelli ha condizionato negativamente le vendite dei due marchi. I nuovi modelli, annunciati da tempo, tra cui quello di un suv di dimensioni contenute e di una gamma di auto low cost, non sono ancora in cantiere. Un ulteriore motivo per confermarvi il nostro consiglio sul titolo: vendetelo.

condividi questo articolo