Analisi
Banco Popolare: verso il pareggio di bilancio 5 anni fa - lunedì 3 giugno 2013
Banco Popolare ha registrato ribassi importanti nel 2008 e nel 2011 e oggi si trova in ritardo rispetto a Piazza Affari. Ciò nonostante, sulla base delle nostre stime che prevedono un pareggio per il 2013, ai prezzi attuali il titolo ci sembra ancora caro.
Prezzo al momento dell'analisi (31/05/2013): 1.15 eur
Consiglio: Vendi

Banco Popolare ha registrato ribassi importanti nel 2008 e nel 2011 e oggi si trova in ritardo rispetto a Piazza Affari. Ciò nonostante, sulla base delle nostre stime che prevedono un pareggio per il 2013, ai prezzi attuali il titolo ci sembra ancora caro.


Con l’operazione di riacquisto di bond Tier 1 e Tier 2, Banco Popolare ha realizzato un guadagno non ricorrente di circa 40 milioni di euro, circa 28 al netto delle tasse. A livello di utile per azione l’impatto è praticamente nullo. Inoltre, il ricavato di questa operazione è inferiore alle attese perché la quantità dei titoli consegnati dai possessori (il 31%) è stata inferiore alle aspettative. Complessivamente il gruppo ha archiviato nel primo trimestre dell’anno un utile di 0,05 euro per azione contro la perdita di 0,06 euro del primo trimestre 2012. Sono però aumentate le posizioni cosiddette “deteriorate” – sono i crediti con difficoltà a essere riscossi o i ritardi nei pagamenti o i conti correnti in rosso – che ammontano a 19,2 miliardi (ben 9,2 euro per azione), in rialzo di 3 miliardi rispetto solo a fine dicembre 2012. Il titolo è caro.

condividi questo articolo