Analisi
Texas Instruments: buone prospettive di crescita 4 anni fa - lunedì 16 settembre 2013
Stima per il 3° trimestre dell’anno una crescita delle vendite di semiconduttori del 6% rispetto al 2° trimestre.
Prezzo al momento dell'analisi (13/09/13): 40,28 USD
Consiglio: Acquista
   
Texas Instruments ha confermato le previsioni su fatturato e sull’utile per azione per il trimestre in corso. Il titolo è salito di poco meno del 40% rispetto al nostro consiglio d’acquisto di un anno fa. Ciò nonostante, a nostro parere, l’azione è ancora conveniente.

Texas Instruments (Isin US8825081040) stima per il 3° trimestre dell’anno una crescita delle vendite di semiconduttori del 6% rispetto al 2° trimestre. Tenendo conto dell’attuale contesto economico, sembra un obiettivo ambizioso. Va, però, tenuto conto che sia negli Usa, sia in Asia si registra una ripresa della domanda di chip per l’industria e per il settore auto. Crescono, inoltre, anche gli ordini di chip per infrastrutture telecom. Il miglior sfruttamento della capacità produttiva e la minor dipendenza dai chip meno redditizi (quelli per cellulari) dovrebbero, poi, continuare a sostenere la redditività del gruppo, già di tutto rispetto. Texas continua, infine, a premiare gli azionisti con acquisti di azioni proprie e dividendi in forte crescita. Manteniamo le stime sull’utile per azione a 1,7 dollari per il 2013 e a 1,85 dollari per il 2014.

condividi questo articolo