Analisi
Iberdrola: cambiano le norme nel settore 4 anni fa - venerdì 25 ottobre 2013
Le modifiche delle norme sul settore e i negativi effetti di cambio pesano sui risultati.
Prezzo al momento dell'analisi (24/10/2013): 4,50 euro
Consiglio: mantieni
Le modifiche delle norme sul settore e i negativi effetti di cambio pesano sui risultati. Restiamo fiduciosi sulle sue prospettive a lungo termine. Azione correttamente valutata.
Nei primi 9 mesi dell’anno l’utile per azione di Iberdrola (Isin ES01144580Y14) è sceso a 0,36 euro (-6,8% annuo in seguito anche al maggior numero di azioni e a cambiamenti contabili). I tagli ai costi non sono bastati a compensare i minori ricavi dovuti ai cambiamenti normativi, agli aumenti delle imposte alla produzione in Spagna e Regno Unito e agli sfavorevoli effetti di cambio. Gli utili sono crollati soprattutto nelle energie rinnovabili (-94%), ma anche nell’attività brasiliana (-67%) penalizzati dalla siccità, dal calo delle tariffe e dal deprezzamento del real. Per ridurre il debito il gruppo ha tagliato gli investimenti (-8%) e i costi. Visti gli attesi cambiamenti normativi in Spagna e i possibili ribassi delle tariffe britanniche, abbassiamo le stime sull’utile per azione da 0,46 a 0,42 euro nel 2013 e da 0,49 a 0,40 euro nel 2014.

condividi questo articolo