Analisi
L'Espresso: scendono i ricavi pubblicitari 4 anni fa - venerdì 25 ottobre 2013
Con la corsa degli ultimi mesi, L’Espresso è riuscita a recuperare completamente il ritardo accumulato nei confronti di Piazza Affari.

Prezzo al momento dell’analisi (24/10/2013): 1,40 euro

Consiglio: vendi

Con la corsa degli ultimi mesi, L’Espresso è riuscita a recuperare completamente il ritardo accumulato nei confronti di Piazza Affari. A questi prezzi, tenendo conto anche della revisione al ribasso delle nostre stime, il titolo è ormai caro.

I ricavi pubblicitari de L’Espresso sono scesi nei primi nove mesi dell’anno del 15,7% (per il mercato il calo è stato del 15,8%). Per questo la riduzione dei costi pari al 7,8% sullo stesso periodo non è riuscita ad arginare il crollo degli utili (-83%). In generale, il fatturato si è contratto dell’11,7%, con, oltre a quello della pubblicità, un calo dei ricavi diffusionali (quelli della vendita di giornali e riviste) del 6,9%. A salvarsi è la sola raccolta pubblicitaria su internet, che segna un +1,8%. La contrazione di questi primi nove mesi è superiore alle nostre attese, che già inglobavano un netto calo. Stimiamo ora utili per azione di 0,01 euro (prima erano 0,02) per il 2013 e 0,03 euro (prima 0,05) per il 2014. Per quest’anno, inoltre, non vediamo spazi per un dividendo. Con queste stime e data la corsa del titolo in Borsa, l’azione è ora diventata cara.

condividi questo articolo