Analisi
Belgacom: nuovi vertici 4 anni fa - lunedì 25 novembre 2013
Il bilancio di Belgacom dal momento della sua quotazione in Borsa è peggiore di quello del settore europeo delle telecom. La crescita degli utili non sarà brillante, ma i dividendi dovrebbero restare generosi.
Prezzo al momento dell'analisi (22/11/13): 21,44 EUR
Consiglio: Mantieni

Dopo dieci anni è stato licenziato il direttore generale di Belgacom (Isin BE0003810273). Il manager lascia l’azienda dopo un 2013 che si è rivelato negativo per la quotazione del titolo. Il gruppo, però, è finanziariamente solido e offre buoni dividendi. La presenza limitata al mercato belga, ormai saturo, pesa comunque sui risultati: è dal 2009 che l’utile per azione scende e per quest’anno è atteso un calo tra il 4% e il 6% anche per l’utile industriale. Non sarà facile rilanciare la crescita: la rete 4G non offre garanzie di redditività e la concorrenza mette sotto pressione i prezzi. Inoltre, Belgacom è ancora controllata al 53% dallo Stato belga, fatto che rischia di frenare lo sviluppo. Stimiamo un utile per azione di 2 euro per il 2013 e 1,92 euro per il 2014. Il rendimento da dividendo, secondo noi, resterà superiore al 5% lordo. Correttamente valutata.

condividi questo articolo