Analisi
Unicredit: attività debole in Europa 4 anni fa - lunedì 18 novembre 2013
In calo, ma in linea con le attese, i risultati 2013 di Unicredit. Confermiamo le nostre stime sull’utile di quest’anno e su quello del 2014; il titolo, ai prezzi attuali, rimane secondo noi correttamente valutato.
Prezzo al momento dell'analisi (15/11/13): 5,12 EUR
Consiglio: Mantieni


Nei primi 9 mesi 2013 Unicredit registra utili per 0,18 euro per azione, contro 0,25 euro nei primi 9 mesi 2012. Il gruppo è stato sostenuto dai risultati nell’Europa orientale e in Turchia, dove agli utili ordinari si aggiunge il guadagno per la vendita di Yapi Segorta. Il “punto critico” rimane l’Italia. In questo comparto i ricavi da interesse hanno registrato una buona tenuta ed è proseguita la riduzione dei costi, ma i dubbi sulla capacità di recupero dei crediti hanno portato ad accantonamenti per 1,1 miliardi (0,19 euro per azione). E non è detto che sia finita: la “revisione” della qualità dei crediti da parte della Bce e le verifiche di Banca d’Italia potrebbero portare a nuovi accantonamenti. Questo non dovrebbe però impedire di confermare il dividendo a 9 centesimi. Quanto agli utili per azione, li stimiamo a 0,22 euro sia nel 2013, sia nel 2014.

condividi questo articolo