Analisi
Metro: un anno di transizione 4 anni fa - venerdì 13 dicembre 2013
Anche se il 2013 è stato un anno di transizione e gli ultimi risultati non sono brillanti, dopo il forte calo degli ultimi due anni il titolo si è ben ripreso; segno che gli investitori credono agli effetti della ristrutturazione.

Prezzo al momento dell'analisi (12/12/2013): 34,62 euro

Consiglio: mantieni

Ai prezzi attuali l’azione è correttamente valutata.

Metro (Isin DE0007257503) ha chiuso in perdita (-0,22 euro per azione) l’esercizio terminato il 30/9, che è durato solo 9 mesi per il cambiamento della data di chiusura. Malgrado abbia centrato gli obiettivi su fatturato e utili industriali, tenendo conto delle cessioni e degli effetti di cambio le vendite sono scese del 2,2% su 9 mesi e non saranno versati dividendi. Negli ultimi mesi la ristrutturazione ha consentito, però, di ridurre il debito. Metro, conta, inoltre, di quotare parzialmente in Borsa la controllata per il commercio all’ingrosso in Russia, né si opporrebbe a un’offerta accettabile per i suoi grandi magazzini. Per il 2013/14 si aspetta una crescita del fatturato (leggera) e dell’utile industriale (più solida). Alziamo le stime sull’utile per azione da 2,14 a 2,40 euro per il 2013/14 e da 2,24 a 2,56 euro per il 2014/15.

condividi questo articolo