Analisi
Santander: migliora, ma restano delle difficoltà 4 anni fa - venerdì 31 gennaio 2014
I risultati di Santander migliorano, ma mostrano ancora le difficoltà dell’attività bancaria. Abbassiamo le stime sull’utile per azione 2014 da 0,58 a 0,50 euro.

Prezzo al momento dell'analisi (30/01/2014): 6,43 euro

Nonostante questo ritocco, ai prezzi attuali il titolo, seppur rischioso, è ancora correttamente valutato.

Consiglio: mantieni

Santander (Isin ES0113900J37) ha realizzato un utile per azione di 40 euro nel 2013, un dato in crescita del 75% rispetto al 2013, ma inferiore alle nostre stime. L’attività bancaria lancia, infatti, segnali di debolezza: nel 2013 i crediti concessi sono scesi del 7% annuo, mentre gli interessi incassati sui titoli di Stato spagnoli sono stati meno elevati che nel 2012. Come se ciò non bastasse in America Latina gli utili sono diminuiti del 24% (-29% in Brasile); un calo che potrebbe aggravarsi se la situazione precipitasse in Argentina. La banca può comunque contare sulla sua ampia diversificazione internazionale. Il mercato britannico sembra, infatti, solido e quello spagnolo, in piena ristrutturazione (ha ridotto del 12% le agenzie e dell’8% i dipendenti) potrebbe migliorare.

condividi questo articolo