Analisi
Banco Popolare: nuova battuta d'arresto 4 anni fa - lunedì 10 febbraio 2014
Nuova battuta d’arresto per Banco Popolare dopo l’annuncio del consistente aumento di capitale e delle svalutazioni su crediti. Anche a questi prezzi, il titolo resta comunque, a nostro avviso, caro.
Prezzo al momento dell'analisi (07/02/14): 1,27 EUR
Consiglio: Vendi


La notizia dell’aumento di capitale da 1,5 miliardi continua a far sentire i suoi effetti. Da un lato, ha messo in allerta le agenzie di rating: S&P ha messo “sotto osservazione” il giudizio in vista di un possibile taglio. Dall’altro lato, provoca movimenti tra gli azionisti: se Ubs è salita al 2,66% del capitale, la Banca centrale svedese è scesa dal 2,02% all’1,23%. In pista c’è anche Fondazione Cariverona, intenzionata a partecipare all’aumento, ma non c’è nulla di certo: anche nel 2010, quando Banco Popolare lanciò un aumento da 2 miliardi, l’operazione era sfumata. Quel che è certo è che un aumento di questa portata sarà “indigesto” per gli azionisti. Banco Popolare ha il vantaggio di batter cassa prima di altri concorrenti (Bpm, Mps…), ma potrebbe non bastare per garantirsi il successo: più che probabilmente, dovrà anche offrire grossi sconti.

condividi questo articolo