Analisi
Interpump: non si sbilancia sul futuro 4 anni fa - lunedì 24 febbraio 2014
Interpump ha battuto la Borsa di Milano grazie al suo respiro globale. Anche se i conti hanno subìto una battuta d’arresto nel 2013, non ci preoccupiamo. Più che altro troviamo che l’azione abbia corso troppo e, quindi, ai prezzi attuali è cara.
Prezzo al momento dell'analisi (21/02/14): 10,04 EUR
Consiglio: Vendi


Interpump ha chiuso il 2013 con una crescita delle vendite del 5,6% e un utile industriale, prima di spesare la quota parte dei costi pluriennali, sostanzialmente stabile. A zavorrare i conti del gruppo ha contribuito l’andamento dei cambi e l’utile 2013 si è confermato, come nelle nostre attese, inferiore rispetto a quello messo a segno nel 2012, anno rispetto a cui è venuta meno la possibilità di sfruttare alcuni sconti sulle tasse. Tra l’altro il confronto con l’anno precedente non è neppure troppo agevole per via dell’acquisizione di Hydrocontrol che ha modificato le dimensioni della società. In sede di dati preliminari l’azienda non si è sbilanciata sul futuro: noi restiamo moderatamente ottimisti e ci aspettiamo utili per azione di 0,53 euro nel 2014 (0,57 nel 2015). Il che non basta comunque a farne un titolo interessante, visti i prezzi attuali di Borsa.

condividi questo articolo