Analisi
Nestlé: un periodo delicato 4 anni fa - lunedì 24 febbraio 2014
Nestlé attraversa un periodo delicato, ma il titolo continua a viaggiare sui massimi storici grazie alla promessa di acquisti di azioni proprie. Stimiamo utili per azione di 3,50 franchi svizzeri nel 2014 e 3,80 franchi svizzeri nel 2015. Titolo correttamente valutato.
Prezzo al momento dell'analisi (21/02/14): 66 CHF
Consiglio: Mantieni


Nel 2013 l’utile per azione di Nestlé (Isin CH0038863350) è sceso del 5,7%, ma al netto degli oneri straordinari e degli adeguamenti contabili, il risultato è in crescita. L’aumento dei ricavi, senza tener conto di cessioni e acquisizioni, è del 4,6% (+0,9% se si comprendono gli effetti di cambio): il più debole degli ultimi quattro anni e inferiore all’obiettivo di lungo termine (rialzo tra il 5% e il 6%). La crescita è rallentata nell’area che comprende Asia, Oceania e Africa (+7,4% dal +10,3% del 2012) e si è attestata ad appena lo 0,8% in Europa. I prezzi di vendita sono saliti dell’1,5%, contro il +2,8% del 2012. Il gruppo, però, reagisce cedendo le attività con un debole potenziale e rafforzandosi in quelle più promettenti e redditizie. Il dividendo è salito del 5%, ma con i proventi della vendita dell’8% del capitale di L’Oréal il gruppo acquisterà azioni proprie.

condividi questo articolo