Analisi
Cir: la controllata Sorgenia è in crisi 4 anni fa - lunedì 10 marzo 2014
Nonostante le difficoltà legate alla sua controllata Sorgenia, Cir nel 2013 ha corso molto. Ha così accumulato nei confronti di Piazza Affari un buon vantaggio, che si è poi solo limato in questi primi mesi del 2014. Il titolo, secondo noi, è caro.
Prezzo al momento dell'analisi (07/03/14): 1,14 EUR
Consiglio: Vendi


In casa Cir continua a tenere banco il risanamento di Sorgenia, la controllata operante nel settore dell’energia. La società è gravata da debiti per 1,8 miliardi di euro e nei primi 9 mesi del 2013 ha archiviato una perdita di 434 milioni. Per dare un’idea, il risarcimento del Lodo Mondadori è stato di 494 milioni. Il piano industriale presentato da Sorgenia prevede una ristrutturazione del debito, per una riduzione complessiva di 600 milioni, ma su come realizzare questa ristrutturazione ci sono divergenze. Le banche creditrici (capeggiate da Mps, Unicredit, Intesa e Mediobanca) chiedono a Cir di metterci 150 milioni di euro, ma la società non vuole andare oltre i 100 milioni. Sapevamo già delle difficoltà: confermiamo le stime su Cir per i prossimi anni, con un pareggio nel 2014 e un utile di 0,04 euro per azione nel 2015. Il titolo è caro.

condividi questo articolo