Analisi
Unipol: discreto andamento del settore assicurativo 4 anni fa - lunedì 24 marzo 2014
Unipol ha beneficiato nel 2013 del discreto andamento delle sue attività nel settore assicurativo, ma la controllata nel settore bancario ha zavorrato i conti portando a una perdita per il gruppo. Il distacco dal settore assicurativo europeo resta abissale.
Prezzo al momento dell'analisi (21/03/14): 5,35 EUR
Consiglio: Vendi


Unipol Gruppo Finanziario, la holding che controlla UnipolSai, chiude il 2013 in rosso per 0,11 euro per azione: un risultato inferiore alle nostre previsioni, mentre il dividendo (0,1615 euro) supera leggermente le nostre aspettative. Le attività assicurative hanno retto bene: l’utile per azione ante imposte è 1,21 euro nel ramo danni e 0,71 euro nel ramo vita. Ci sono però le perdite nel settore immobiliare e soprattutto nel bancario, che chiude in negativo per 424 milioni (0,59 euro per azione). Unipol Banca, per la quale si parla di un aumento di capitale da 100 milioni, ha svalutato crediti per 306 milioni, oltre a 200 milioni “risarciti” dalla capogruppo. E non è detto che la “pulizia di bilancio” non prosegua anche nell’anno in corso. Confermiamo le nostre stime sull’utile 2014 e 2015 rispettivamente a 0,34 e 0,37 euro per azione.

condividi questo articolo