Analisi
Philips: sempre peggio 4 anni fa - lunedì 28 aprile 2014
I risultati del 1° trimestre dell’anno sono stati deludenti. Il titolo è scivolato ulteriormente e si è portato sui minimi da inizio anno. Riduciamo le stime sull’utile per azione a 0,65 euro per il 2014 e a 0,88 euro per il 2015.
Prezzo al momento dell'analisi (25/04/14): 23,20 EUR
Consiglio: Vendi

Philips (Isin NL0000009538) va sempre peggio. L’attività principale del gruppo, quella legata agli strumenti per la salute, che aveva dato un contributo importante ai conti fino a questo momento, nel primo trimestre dell’anno ha visto la redditività scendere al 7,7% rispetto al 19,1% del trimestre precedente. Il gruppo non aveva messo in conto il rallentamento dell’attività in Cina e in Russia. Inoltre, ha dovuto pagare anche la temporanea chiusura di uno stabilimento di produzione negli Usa (mancanza di merce in magazzino da vendere). La produzione non riprenderà fino alla fine dell’anno. Brutte notizie anche dalle attività legate all’illuminazione, dove gli investimenti non danno ancora i ritorni sperati. Philips conferma di puntare a una redditività tra l’11% e il 12% nel 2016 da circa il 6% registrato nel 1° trimestre. Obiettivo ambizioso e titolo caro.

condividi questo articolo