Analisi
DuPont: pressioni da alcuni azionisti 3 anni fa - venerdì 26 settembre 2014
Un importante azionista invita DuPont a non limitarsi a uscire dalla chimica delle specialità. Il gruppo ci sembra, però, ben gestito e il titolo potrebbe salire ancora sulle voci di scissione.
Prezzo al momento dell'analisi (25/09/2014): 71,79 USD
Consiglio: mantieni
Un fondo pretenderebbe la scissione in due entità distinte di DuPont (Isin US2635341090): una composta dalle attività più sensibili ai cicli economici (materiali ad alte performance, attrezzature per sicurezza, elettronica) e l’altra dalle attività in crescita (agrochimica, nutrizione). A noi, però, la riorganizzazione, iniziata dal gruppo già nel 2012, sembra valida. A metà 2015 è previsto, infatti, lo scorporo della chimica delle specialità, attività molto volatile, mentre prosegue la rifocalizzazione sull’agricoltura (semi e pesticidi) e la nutrizione; due attività promettenti a lungo termine. DuPont ha ridotto per due volte le stime per il 2014, ma è solo a causa di eventi imprevedibili (inverno rigido negli Usa, problemi in Ucraina…). Stimiamo un utile per azione di 3,9 dollari nel 2014 e 4,35 dollari nel 2015.

condividi questo articolo