Analisi
Interpump: sempre più internazionale 3 anni fa - lunedì 13 ottobre 2014
Nonostante la crisi economica che attanaglia l’eurozona, Interpump continua a macinare utili. Il merito è della sua forte diversificazione a livello mondiale, che ne fa una vera multinazionale.
Prezzo al momento dell'analisi (10/10/14): 9,36 EUR
Consiglio: Vendi

Interpump ha approfittato di un recente incontro con gli investitori a Londra per ribadire i positivi risultati portati a casa nel primo semestre del 2014. Le vendite sono cresciute del 21,6% e l’utile netto ha fatto un balzo di ben il 30,7%. Il confronto tiene conto delle acquisizioni condotte dal gruppo nel corso dell’ultimo anno come IMM Hydraulics, acquisita a gennaio, e Hydrocontrol, acquistata a maggio 2013 e che, pertanto, aveva contribuito ai risultati del primo semestre dell’anno scorso solo per un paio di mesi. Si tratta, comunque, di una storia di successo, legata al taglio internazionale del gruppo che nel 2013 ha realizzato in Italia meno di metà della produzione e meno del 15% delle vendite. Stimiamo utili di 0,6 euro per azione nel 2014 e 0,65 euro per azione nel 2015. Nonostante i conti brillanti, il titolo resta, comunque, caro.

condividi questo articolo