Analisi
Merck: acquisisce Cubist Pharma 3 anni fa - giovedì 11 dicembre 2014
Merck acquisisce la connazionale Cubist Pharma: un’operazione onerosa e rischiosa, ma non priva d’interesse.
Prezzo al momento dell'analisi (10/12/2014): 59,98 USD
Nel 2014 il titolo è salito del 20%; segno che mercato ha apprezzato gli sforzi del gruppo per colmare il ritardo accumulato nell’esternalizzazione della ricerca. Ciò nonostante, anche ai prezzi attuali, rimane correttamente valutato.
Consiglio: mantieni
Acquisendo Cubist Pharma Merck (Isin US58933Y1055) si rafforza negli antibiotici: farmaci per anni snobbati dai giganti farmaceutici perché ritenuti poco redditizi, ma che al contrario hanno sempre più successo come dimostrano le vendite per oltre 1 milione di dollari del Cubicin, il prodotto principale di Cubist. Per acquisirla, Merck ha offerto 102 dollari per azione; un prezzo elevato (+37% rispetto al valore di Borsa) viste anche le incertezze legate all’arrivo sul mercato di un generico del Cubicin (tra il 2016 e il 2018), ma che può senz’altro permettersi (14 miliardi di dollari incassati con la vendita dei farmaci da banco). In ogni caso, il gruppo può contare anche su altri prodotti promettenti come il Sivextro (già approvato negli Usa) e lo Zerbaxa (attesa la decisione delle autorità Usa entro l’anno). Confermiamo le stime sull’utile per azione 2014 (4,3 dollari) e 2015 (2,6 dollari).

condividi questo articolo