Analisi
Tenaris: ricavi in calo 3 anni fa - lunedì 23 febbraio 2015
Il calo del petrolio ha penalizzato più Tenaris rispetto alla Borsa italiana. Il dividendo 2014, se con-fermato dall’assemblea del 6 maggio, sarà di 0,45 dollari per azione, di cui 0,15 già distribuiti a novembre.
Prezzo al momento dell'analisi (20/02/15): 12,70 EUR
Consiglio: Vendi


Il 2014 di Tenaris si è chiuso con un fatturato di 8,8 dollari per azione, in calo del 2% rispetto al 2013. L’utile è pari a 1,2 dollari per azione (1,3 dollari nel 2013) –il gruppo redige il bilancio in biglietti verdi. L’aumento delle vendite in Nord America e nell’Africa sub-sahariana ha controbilanciato la flessione in Brasile e i minori rifornimenti in Medio Oriente. Il calo del petrolio porta le compagnie petrolifere a ridurre gli investimenti e questo avrà un impatto negativo sulle vendite di Tenaris nel 2015. A medio e lungo termine, però, le prospettive del settore restano buone: nel frattempo la società punterà a contenere i costi per salvaguardare la redditività. Nel 2015 dovrebbero comunque aumentare le vendite in America Latina. Tenendo conto delle prospettive del cambio, stimiamo un utile per azione di 1,33 euro per il 2015 e di 1,52 euro per il 2016.

condividi questo articolo