Analisi
Buzzi Unicem: vuole acquisire Sacci SpA 3 anni fa - mercoledì 18 marzo 2015
Scopri se il titolo è diventato più interessante
Poche settimane fa, vedi qui, a proposito di Italcementi, ti abbiamo parlato della necessità, da parte del settore cementifero italiano, di aumentare le proprie dimensioni attraverso nuove acquisizioni. Così come per il settore automobilistico, nel quale gli elevati costi di produzione, per essere ammortizzati, necessitano di produzioni su larga scala, anche il settore di produzione di materiali da costruzione italiano ha bisogno di espandersi per reagire alla crisi del settore delle costruzioni. È Buzzi Unicem, però, che presenta la prima offerta concreta di acquisto per Sacci SpA, gruppo laziale produttore e distributore di cemento e calcestruzzo, da tempo in forte difficoltà, tanto da annunciare la chiusura, pochi giorni fa, di uno dei suoi cinque stabilimenti. Buzzi ha appena lanciato l’offerta per acquisire il 99,5% della partecipazione in Sacci SpA. Il mercato ha reagito positivamente alla notizia e il titolo (13,39 euro), nel momento in cui vi stiamo scrivendo, sta guadagnando terreno in Borsa (+2,07% rispetto all’inizio delle contrattazioni odierne). L’ottimismo della Borsa ci sembra però immotivato: il gruppo Sacci, stando agli ultimi dati disponibili, non naviga affatto in buone acque, con 400 milioni di euro su 100 di fatturato. Buzzi Unicem è reduce da alcuni esercizi poco brillanti, e dovrà sostenere anche un costo per l’acquisizione. Ci vorrà del tempo perché gli effetti della medesima agiscano positivamente sul bilancio del gruppo di Casale Monferrato. Date le attuali prospettive di sviluppo di Buzzi Unicem, ai prezzi attuali, il titolo è caro. Vendilo, se lo possiedi. In caso contrario non comprarlo.

condividi questo articolo