Analisi
Mediaset ai francesi? 3 anni fa - martedì 28 aprile 2015
Ecco quale sarà il futuro di Fininvest, del Milan e di Mesiaset dopo gli incontri di questi ultimi giorni.
Mediaset (4,68 euro) ha messo su l'8% nella sola giornata di lunedì spinta dalle voci di un interessamento della francese Vivendi. Il gruppo francese ha infatti in cassa disponibili ben 11 miliardi di euro e ha annunciato di voler utilizzarli per fare acquisti in Europa. Avendo negato interessi per Sky e ITV, il mercato, per esclusione, ha subito pensato a Mediaset. Da un punto di vista strategico, questa acquisizione per Vivendi vorrebbe dire estendere la presenza di Canal+ in Europa, entrando nel mercato italiano e spagnolo. Oltre a queste considerazioni di carattere industriale, ci sono poi altri tipi di considerazioni, basate più su indiscrezioni: Fininvest sarebbe interessata a focalizzarsi solo sull'editoria. E in questo senso andrebbero sia l'acquisizione di Rcs Libri, sia le trattative per vendere il Milan. Tutti questi elementi darebbero ragione a chi ha scommesso su un acquisto. Ci sono però una serie di elementi anche a sfavore.
Prima di tutto la stessa Vivendi ha detto che non sono costretti a comprare e a farlo a qualsiasi prezzo. I francesi, quindi, non sono intenzionati a sperperare il loro “tesoretto”. E comprare Mediaset richiede uno sforzo economico non da poco. Ai prezzi attuali il valore della società di Cologno Monzese è di 5,5 miliardi, la metà di quanto ha in cassa Vivendi. Certo, i francesi potrebbero andare alla caccia del 33% detenuto da Fininvest, e quindi l'investimento scenderebbe a 1,8 miliardi, ai quali andrebbe aggiunto un premio, come si fa in questi casi, da riconoscere a chi vende. ipotizzandolo ad almeno pari il 25%, arriviamo a 2,2 miliardi. Operazione non da poco. Certo l’acquisto potrebbe avvenire in parte in contanti, in parte in azioni, come spesso avviene, ma bisognerebbe vedere se Fininvest venderebbe azioni di una società televisiva, settore da cui sembrerebbe voler uscire, per ricevere azioni di un'altra televisione. Tra l’altro, è tutto da verificare se effettivamente Fininvest voglia dire addio a Mediaset: a febbraio, quando ha collocato il 7,8%, Fininvest ha sottolineato che mantenendo una partecipazione pari a circa il 33% potrà continuare ad assicurare a Mediaset la stabilità di un azionariato di riferimento.
C'è poi da tener conto che Mediaset non è la sola possibile preda. Vivendi starebbe prendendo in considerazione anche la possibilità di rilevare il controllo della società di produzione e distribuzione cinematografica EuropaCorp e si appresta ad entrare nell’azionariato di Telecom Italia. infine, è da oramai più di un anno che si fa il nome di Vivendi per l'acquisto di Mediaset Premium, ma poi non si è mai concluso nulla. E tra l'altro, se proprio ci sarà qualche manovra potrà essere più probabilmente su Premium. Mediaset ha incontrato anche la rivale storica Sky e anche in quel caso si era ventilata la possibilità di una cessione. In realtà, Mediaset continua a sostenere, da oramai un anno, che per Premium si stanno cercando soci (Vivendi, Al Jazeera,e amgari ora anche Sky), non nuovi proprietari.
Volere scommettere su questa operazione significa, dunque, essere consci di tutti questi rischi. In più, tieni conto che gran parte dei rialzi del titolo Mediaset sono dovuti proprio alle speculazioni su possibili vendite, anche di Mediaset Premium. La società, viste le attuali prospettive è cara. Significa che se non dovesse realizzarsi alcuna operazione, il titolo potrebbe perdere molto terreno e chi ha provato una scommessa potrebbe farsi molto male.

condividi questo articolo