Analisi
Coca-Cola: vuole rilanciare le bibite gasate 3 anni fa - lunedì 27 luglio 2015
Nel 2016 il gruppo conta di rilanciare le attività legate alle bevande gassate: un obiettivo difficile da centrare. Manteniamo le nostre stime sull’utile per azione 2015 a 1,8 dollari, ma le riduciamo a 1,9 dollari per il 2016.
Prezzo al momento dell'analisi (24/07/15): 40,44 USD
Consiglio: Mantieni


Nel 2° trimestre il fatturato di Coca-Cola (Isin US1912161007) è salito del 4% (a parità di società incluse nel gruppo) e il suo utile per azione è rimasto stabile. Il merito è delle bevande non gassate (+5%) e degli aumenti nei prezzi (+1%), che hanno compensato gli sfavorevoli effetti di cambio. Per le bevande gassate (70% del fatturato) i volumi di vendita sono, però, cresciuti solo dell’1%: nel 2016 il gruppo conta di rilanciarli con campagne pubblicitarie e ampliando l’offerta con prodotti più naturali e meno calorici, il che non si annuncia facile. Da notare, tuttavia, che in Nord America (46% del fatturato, ma solo 22% degli utili nel 2014) la redditività cresce grazie alla migliore produttività. La liquidità generata dall’attività, coniugata a un debito sostenibile, dovrebbe inoltre consentire a Coca-Cola di continuare ad aumentare il dividendo.

condividi questo articolo