Analisi
Procter & Gamble: un nuovo dirigente entrerà in carica dal prossimo 1^ novembre 3 anni fa - venerdì 31 luglio 2015
Anche se il terreno era già stato preparato dal suo precedessero (ristrutturazione strategica), il nuovo dirigente avrà ancora molto da fare per far ripartire le vendite del gruppo.
Prezzo al momento del titolo (31/07/2015): 77,38 dollari
Il fatturato 2014/15 è sceso del 9% ha causa della forza del dollaro. Ma, se escludiamo gli effetti di cambio le vendite sarebbe salite appena dell’1%, contro una crescita del 3% l’anno precedente. L’utile per azione è sceso del 22%, escludendo gli effetti della vendita di Duracell, è stato penalizzato dalla ristrutturazione straordinaria delle attività in Venezuela. Molto presente a livello internazionale, il gruppo continuerà a soffrire degli effetti negativi dei cambi anche nel 1^ semestre 2015/16. Il gruppo pensare di concentrarsi sui marchi più forti per rilanciare la crescita. E va in questa direzione l’annuncio della vendita di 43 marchi di prodotti di bellezza, prevista nel secondo semestre 2016. Inoltre, un nuovo dirigente, proveniente dalle fila della società, prenderà la testa di Procter&Gamble il prossimo 1^ novembre, comunque proseguirà la strategia in corso. Abbassiamo le nostre previsioni sugli utili per azione da 4,15 a 3,85 dollari per il 2015/16 e da 4,5 a 4,1 USD per l’esercizio 2016/17. Nonostante la discesa del prezzo, il titolo non è attraente, mantenete.

condividi questo articolo