Analisi
Exelon: acquisizione in bilico 2 anni fa - venerdì 25 settembre 2015
Il titolo accusa più il calo dei prezzi del gas naturale, da cui dipendono quelli dell’elettricità, che il timore che l’acquisizione di Pepco, bloccata da Washington DC, non vada in porto.
Prezzo al momento dell'analisi (25/09/2015): 29,07 USD
Nonostante il calo, l’azione è ancora correttamente valutata.
Consiglio: mantieni
Exelon (Isin US30161N1019) ha fino al 28 settembre per offrire nuove garanzie alle autorità di Washington e convincerle a dare il via libera all’acquisizione di Pepco. L’amministrazione avrà poi 30 giorni per rispondere. Se il blocco dovesse essere confermato, Exelon potrebbe sempre ricorrere in tribunale, dove, viste le autorizzazioni già ottenute (dalla com­missione federale di regolamentazione dell’energia e da diversi Stati americani), avrebbe buone probabilità di vittoria. Certo il fallimento dell’operazione sarebbe un duro colpo per Exelon, che vi ha investito molto tempo (annunciata nell’aprile 2014) e molto denaro (qualche centinaio di milioni di dollari più i prestiti per diversi miliardi già ottenuti), ma ciò avrebbe, secondo noi, un impatto limitato sul titolo. Il prezzo offerto per Pepco ci è, infatti, sempre sembrato troppo elevato.

condividi questo articolo