Analisi
Ageas: terzo trimestre piuttosto debole 2 anni fa - venerdì 6 novembre 2015
Anche se i risultati del 3° trimestre sono meno buoni di quelli del 1° se­mestre, le attività vanno bene e Ageas è in buona salute, anche se non si è liberata della pesante eredità di Fortis.
Prezzo al momento dell'analisi (05/11/2015): 39,23 euro
Ai prezzi attuali il titolo, seppur ai massimi dal 2008, è ancora correttamente valutato.
Consiglio: mantieni
Nel 3° trimestre l’utile per azione di Ageas (Isin BE0974264930) è sceso di quasi il 50% rispetto al 3° trimestre 2014 (particolarmente solido), penalizzato anche da un forte deprezzamento degli investimenti azionari. Nel ramo danni gli utili sono saliti del 5,1%, ma in quello vita sono arretrati del 72,1%. Ageas si difende, comunque, bene: nelle assicurazioni il ri­sultato è solido per il 3° trimestre consecutivo (i premi incassati continuano a crescere) e la tesoreria resta sana (8 euro circa per azione). Anche se per i primi 9 mesi dell’anno l’utile netto sale del 112,5% (+5,9% nelle assicurazioni), visto il 3° trimestre piuttosto debole (i deprezzamenti hanno quasi annullato i guadagni del 2° trimestre in Cina), riduciamo le stime sull’utile per azione a 3,60 euro nel 2015, 3,65 euro nel 2016 e 3,90 euro nel 2017.

condividi questo articolo