Analisi
Apple: vendite in calo 2 anni fa - lunedì 2 maggio 2016
Nel 2° trimestre 2015/16 le vendite di Apple sono diminuite per la prima volta in tredici anni e il trimestre in corso non si annuncia migliore.

Prezzo al momento dell'analisi (29/04/2016): 93,74 USD

Anche se abbiamo ridotto le stime sugli utili del gruppo, ai prezzi attuali l’azione è ancora correttamente valutata.
Consiglio: mantieni
Nel 2° trimestre 2015/16 (l’anno fiscale termina il 30 settembre) il fatturato di Apple (Isin US0378331005) è sceso del 13% (contro il -11% atteso dal management) e l’utile per azione (1, 91 dollari) del 19% annuo. Questi cali vanno però relativizzati: l’esercizio 2014/15 era stato, infatti, molto brillante (+27% il fatturato e +43% l’utile per azione). Da segnalare che le vendite dell’iPhone, il prodotto chiave di Apple, segnano il passo, soprattutto in Cina (-26%) e in altri Paesi emergenti. Visto che le performance del gruppo rischiano di rimanere deboli anche nei prossimi mesi, abbiamo abbassato le previsioni sull’utile per azione da 9,4 a 8,4 dollari per il 2015/16 e da 10,3 a 8,9 dollari per il 2016/2017. Nonostante questo ritocco delle nostre stime, l’azione resta correttamente valutata. Il nostro consiglio quindi non cambia. Mantieni.

condividi questo articolo