Analisi
BCP: qualche spiraglio di luce 2 anni fa - venerdì 13 maggio 2016
Gli utili del 1° trimestre non sono stati all’altezza delle nostre attese. Abbiamo ridotto le stime sull’utile per azione complessivo del 2016 (a 0,0053 euro) e del 2017 (a 0,008 euro).
Prezzo al momento dell'analisi (12/05/16): 0,03 EUR
Consiglio: Acquista

Nel 1° trimestre gli utili di BCP (Isin PTBCP0AM0007) sono scesi a 0,0008 euro per azione (-33,7% sul primo trimestre 2015), un dato sotto le attese. La riduzione dei prestiti concessi (-5,6%) ha fatto sì che i ricavi da interesse (al netto dei pure minori interessi pagati sui depositi alla clientela) scendessero del 6% rispetto al 4° trimestre 2015. I risultati delle operazioni finanziarie sono scesi dell’85,2% rispetto al 1° trimestre 2015, ma questo dato era “gonfiato” da alcuni introiti straordinari. Ci sono, però, anche dei segnali positivi. La riduzione dei costi “industriali” (-4,4%) ha consentito di migliorare il rapporto tra costi e ricavi. Inoltre, la banca ha fatto un po’ pulizia nei crediti a rischio e questo ha permesso di vedere una riduzione del 20% degli oneri per deterioramento dei crediti. Per quanto piuttosto rischioso, il titolo è conveniente.

condividi questo articolo