Analisi
Bouygues, ricavi stabili un anno fa - lunedì 13 marzo 2017
Nel 2016 la redditività del gruppo è migliorata e il titolo è tornato sui massimi degli ultimi anni. Vista la situazione internazionale, però, qualche incognita sulla capacità di Bouygues di rilanciare l’attività permane. 
Prezzo al momento dell'analisi (10/03/17): 37,92 EUR
Consiglio: Mantieni

Nel 2016 i ricavi di Bouygues (Isin FR0000120503) sono rimasti stabili rispetto al 2015. L’utile per azione (2,11 euro) è salito del 77% rispetto al 2015, ma è grazie soprattutto a una serie di guadagni straordinari (+9% senza tenerne conto). Il gruppo prevede di fare pesanti investimenti per le sue attività di telecomunicazione – sfumata ogni alleanza – e questo mette un po’ a rischio la loro redditività, almeno a breve. Bouygues dovrà, quindi, puntare soprattutto sull’attività di costruzione (lavori pubblici compresi), che è stata in leggero calo nel 2016. Se in Francia la situazione resta delicata, all’estero gli ordini sembrano meglio orientati: con l’amministrazione Trump sono, infatti, attesi grandi progetti di lavori pubblici negli Usa. Prudenzialmente, manteniamo le stime sull’utile per azione a 1,5 euro per il 2017 e 1,6 euro per il 2018.

condividi questo articolo