Analisi
Alphabet: mantiene la rotta sulla crescita un anno fa - mercoledì 26 luglio 2017
La sanzione inflitta dall’Unione Europea ha pesato parecchio sull’utile del gruppo, ma i risultati derivanti dalla sua attività hanno superato le attese.

Prezzo al momento dell'analisi (25/07/2017): 969,03 USD

Il prezzo del titolo è troppo elevato, e il fatto che la società resti sotto i riflettori delle authority europee non è da sottovalutare. Limitati a mantenere il titolo se già l’hai in portafoglio.

Come previsto, la sanzione miliardaria inflitta a Alphabet (Isin US02079K3059) ha pesato fortemente sugli utili del secondo trimestre 2017. Senza tener conto di questo elemento, tuttavia, l’utile per azione segnerebbe un rialzo del 27% rispetto allo stesso periodo del 2016. È un dato migliore del previsto, supportato ancora una volta dai ricavi pubblicitari derivanti da Google – il cuore del fatturato del gruppo. Il prezzo medio per ogni clic ha continuato a scendere (-23% nel trimestre), ma il calo è largamente compensato dal rialzo del 52% nel numero di clic sulle pubblicità del motore di ricerca e della piattaforma YouTube. In altre parole, Alphabet continua a dominare il mercato della pubblicità online. Il gruppo deve far fronte a altre inchieste di Bruxelles sull’abuso di posizione dominante, ma pensiamo che questo non comprometta né la crescita né la redditività superiore alla media. Alziamo le stime sull’utile per azione da 32 a 34 Usd per il 2017 e da 36 a 38 Usd per il 2018.

condividi questo articolo