Analisi
Banca Mediolanum: Banca Esperia spinge gli utili del semestre un anno fa - venerdì 28 luglio 2017
Banca Mediolanum chiude il primo semestre con una buona crescita dell’utile, ma il risultato è “dopato” dalla vendita di Banca Esperia.

Prezzo al momento dell'analisi (27/07/2017): 7,60 euro

Consiglio: mantieni

Nei primi sei mesi dell’anno Banca Mediolanum ha registrato un utile di 0,27 euro per azione, in crescita di ben il 15% rispetto agli 0,23 euro per azione del primo semestre 2016. A contribuire a questo risultato è stata certo la crescita delle masse di capitali gestiti (+5% rispetto a un anno fa), che ha permesso alle commissioni di gestione di salire del 17%. C’è però da considerare anche qualche segnale di rallentamento: la raccolta netta, cioè i nuovi capitali raccolti meno quelli che la clientela ha ritirato, si attesta a “soli” 1,97 miliardi, il 30% in meno rispetto ai primi sei mesi del 2016. Infine, i conti del primo semestre sono anche “gonfiati” dalla vendita della partecipazione in Banca Esperia, che ha portato guadagni straordinari per oltre 0,05 euro per azione; e il “doping” sarebbe stato ancora più evidente se, in contropartita, il gruppo non avesse dovuto registrare il costo straordinario per la svalutazione della partecipazione nel fondo Atlante (0,03 euro per azione). Alla luce di questi elementi, confermiamo le nostre stime sugli utili del gruppo (0,54 euro per azione quest’anno, 0,55 euro per azione per l’anno prossimo) e il nostro consiglio sul titolo.

condividi questo articolo