Analisi
Coca-Cola: troppo poco frizzante un anno fa - venerdì 28 luglio 2017

I segni di un miglioramento duraturo dei conti si fanno ancora desiderare.

Prezzo al momento dell'analisi (27/07/2017): 46,12 USD

Consiglio: mantieni

A fronte di un rallentamento generale del mercato delle bibite, da qualche trimestre Coca Cola (Isin US1912161007) cerca di dare la priorità alla redditività anziché ai volumi. Il calo degli utili nel 1° semestre (-47%) non è, comunque, un fallimento di questa strategia: è un risultato dovuto soprattutto ai costi di ristrutturazione delle attività di imbottigliamento in Nord America, intrapreso appunto per rafforzare la redditività. Senza tener conto di questi elementi straordinari, l’utile è stabile; è anche vero, però, che non possiamo ignorare questi costi, riduciamo perciò le nostre stime sull’utile per azione 2017 (da 1,70 a 1,55 USD), mentre le lasciamo invariate a 1,90 USD per il 2018. Ci sono segnali positivi anche dallo sviluppo del settore delle bibite a basso tenore di zucchero, ma per un gruppo di queste dimensioni ci vorrà del tempo per riuscire a riequilibrare l’offerta di prodotti: il nuovo vertice, che si è impegnato in questa direzione, avrà molto da lavorare. Nel frattempo, però, gli azionisti si possono consolare con un discreto rendimento da dividendo.

condividi questo articolo