Analisi
Exor: paura uragani 11 mesi fa - lunedì 11 settembre 2017

Dopo una lunga corsa, il titolo in questi ultimissimi giorni non ha particolarmente brillato. L’incertezza sui danni provocati prima dall’uragano Harvey e poi da Irma, e, di conseguenza, su quanto dovrà essere ripagato da Partner Re, sono all’origine della recente debolezza.

Prezzo al momento dell'analisi (08/09/17): 51,40 EUR
Consiglio:Vendi

 

Exor ha chiuso il primo semestre di quest’anno con dati decisamente positivi: gli utili sono più che raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2016. L’unica società del gruppo a chiudere in perdita è la Juventus, mentre da Partner Re, Fca, Cnh e Ferrari arrivano tutta una serie di contributi positivi. Nello stesso periodo la capogruppo ha anche incrementato la propria partecipazione in Gedi (è il gruppo editoriale che comprende, tra le altre, le testate La Stampa e Repubblica). Nonostante queste notizie positive e la prospettiva di un miglioramento futuro nei conti di Juventus, il titolo negli ultimi giorni si è arenato in Borsa. Il motivo è legato all’incertezza sulle perdite che potrebbe avere Partner Re, il gruppo di riassicurazione Usa chiamato a ripagare i danni provocati dall’uragano Harvey e quelli causati da Irma. In attesa di maggiori dettagli, il nostro giudizio è inalterato.

condividi questo articolo