Analisi
GlaxoSmithKline: cambia il consiglio 9 mesi fa - lunedì 30 ottobre 2017

GlaxoSmithKline sta mettendo troppa carne al fuoco e rischia di fare il passo più lungo della gamba. Il rischio è che a farne le spese sia il generoso dividendo, che ha rappresentato finora il vero punto di forza del titolo.

Prezzo al momento dell'analisi (27/10/17): 1.366,50 pence
Consiglio:Vendi

 

Il gruppo GlaxoSmithKline (Isin GB0009252882) vuole comprarsi da Novartis la fetta di società che ha in comune con quest’ultima nei farmaci da banco. Punta, inoltre, ai farmaci da banco di Pfizer, ma i pretendenti sono tanti e rischia di strapagarli. Al contempo, il gruppo conta anche di investire massicciamente per rilanciare le attività legate ai farmaci su prescrizione. Secondo noi, non ha mezzi finanziari all’altezza delle sue ambizioni. Il dividendo, già troppo elevato rispetto alla liquidità generata dell’attività, è a rischio (i vertici si sono rifiutati di confermarne il mantenimento oltre il 2018). Per tener conto dell’utile per azione del 3° trimestre, un po’ sopra le attese, alziamo le stime sull’utile per azione 2017 (da 52 a 55 pence) e 2018 (da 73 a 75 pence), ma a più lungo termine le prospettive ci sembrano incerte, tanto che prudenzialmente abbassiamo le stime sul dividendo 2019. 

condividi questo articolo