Analisi
A2A: avanti sull'utility lombarda 8 mesi fa - venerdì 22 dicembre 2017
Le azioni A2A hanno toccato i massimi degli ultimi anni poco dopo la presentazione dei conti del terzo trimestre. Il gruppo va avanti nel piano di aggregazioni.

Prezzo al momento dell'analisi (22/12/17): 1,56 EUR
Consiglio: Mantieni

 

Sembra poter andare in porto il piano di aggregazione delle principali utility lombarde sotto la guida di A2A. È un progetto partito la primavera scorsa e che potrebbe concludersi a metà del 2017, ma l’impatto non sarà così rilevante per i conti di A2A. In particolare, l’aggregazione dovrebbe portare, nel 2018, circa 25 milioni aggiuntivi di utile industriale: considerando che A2A dovrebbe chiudere il 2017 con un utile industriale di circa 1.200 milioni di euro, si capisce perché questa operazione sia sì positiva, ma non tale da modificare radicalmente le prospettive del gruppo. Confermiamo, dunque, le stime sui conti di A2A che avevamo formulato dopo la presentazione dei risultati dei primi 9 mesi 2017, archiviati con una crescita dell’utile netto (escluse componenti straordinarie) del 16% rispetto allo stesso periodo del 2016. Per il 2018 stimiamo utili pari a 0,1 euro per azione.

condividi questo articolo